Because of my body Un film di Francesco Cannavà

non disponibile

In visione dalle 21 di dom. 6 giugno 2021 per 48 ore

A causa di una grave disabilità motoria, Claudia non può muoversi liberamente ed è assistita dalla madre. A ventuno anni è ancora vergine e si chiede cosa sia il piacere. Un giorno arriva nella sua vita un lovegiver, un uomo che fornisce aiuto alle persone con disabilità per scoprire il corpo e la sessualità. Seguiti da un’equipe di specialisti, i due iniziano un ciclo di incontri sempre più intimi. Il progetto prevede un protocollo con una regola di difficile applicazione: vietato innamorarsi.

Claudia ha una malformazione da spina bifida, che tra le altre cose la priva di sensibilità alle gambe e la obbliga a tutori e bastoni per camminare. Vive con i genitori e la sorella ed esce di casa solo per andare in piscina, non ha mai avuto rapporti sessuali ma ne ha ovvia curiosità. Marco, quarantadue anni, partecipa come operatore socio sanitario al primo protocollo sperimentale italiano per OEAS: operatore all’emotività, affettività e sessualità.

Non si sono mai incontrati e Marco viene assegnato a Claudia con lo scopo di farle prendere consapevolezza della propria affettività e felicità erotica.

Lo farà attraverso la sua presenza fisica, stabilendo un rapporto di fiducia con lei e dandole indicazioni sia pratiche che psicologiche, sulla traccia di un percorso delineato e coordinato dal sessuologo Fabrizio Quattrini. Con grande trasparenza e libertà Claudia racconta le sue paure e i suoi desideri e Marco l’aiuta e l’ascolta con pazienza, interagendo anche con i suoi familiari.

“Questo film è il frutto di una lunga ricerca sulla sessualità delle persone disabili, intrapresa in stretta collaborazione con due associazioni che utilizzano approcci sociali innovativi per affrontare i diritti di queste persone: Love Giver e Disability Pride Italia.
Al centro di questo lavoro c’è la dignità di ogni corpo umano. L’obiettivo è quello di mettere in discussione i presupposti di normalità e bellezza, concetti condivisi che creano divisioni insormontabili tra persone disabili e persone cosiddette normali, definendo chi ha diritto alla sessualità e chi è destinato a vivere una vita di solitudine emotiva, sentimentale e sessuale. Questa immagine porta spesso le persone disabili a vivere all’interno di un bozzolo protettivo basato sull’amore fornito dai loro genitori, che continuano a vedere il loro figlio o figlia come ‘sessualmente immaturo’, una sorta di eterno bambino”. (Francesco Cannavà)

Questa votazione è terminata (da 7 giorni).

Cast

Regia: Francesco Cannavà
Sceneggiatura: Andrea Paolo Massara, Marco Brambini, Francesco Cannavà
Produzione: B&B Film
Fotografia: Eugenio Cinti Luciani
Con: Claudia Muffi, Marco Purzo

RegiaFrancesco Cannavà Produttore GeneriLungometraggio, sociale Durata 83' Anno 2019 Nazione Italia Formato 16:9 Tag B&B Film / Francesco Cannavà
CAFF-because-of-my-body-LOCANDINA
Because of my body