My Big-Assed Mother Un film di Tekla Taidelli

Se qualcuno è tagliato per interpretare lo scrittore Charles Bukowski, quello è il regista Abel Ferrara, che per la prima volta come attore sul grande schermo, lo fa con grande estro.

Abel, nel ruolo di Bukowski, racconta con fervore le sue inconfondibili storie a un bar gremito in un intenso, tagliente, a volte toccante reading poetry. I presenti pendono dalle sue labbra. Alla fine, Abel (non Charles), perché lui è il grande Abel Ferrara, chiude il libro e gli applausi lo sorprendono.

Note di regia

Abel Ferrara è Bukowski perché per tutta la vita lo è stato: un artista controverso, un genio ribelle e incompreso, un folle. Dietro le sbronze, le scopate e la vita dissoluta dei personaggi di Bukowski e di Abel si nascondono l’aspra critica alla modernità, la ricerca della prospettiva umana e la semplicità di chi sa riconoscersi polvere e bestemmie. Abel vive nelle parole di Bukowski e ne capisce appieno il personaggio, le sfumature, le inquietudini, la rabbia, i fallimenti, il cinismo, la sconvoltura, la genialità, per farle rivivere sullo schermo. Quindi Abel è Bukowski ma allo stesso tempo è sempre e solo Abel.

 

Festival

Other Festivals Attendance Official Selection 2012 Filmmaker Fest Official Selection 2012 International Film Festival Rotterdam Official Selection 2012

Cast

Charles Bukowski: Abel Ferrara
Tito: Doris Susan Gramovot
Baby: Ilene Kristen
Cop #1: Theodore Bouloukos
Cop #2: Mosaad Hassan Mohamed
Fotografia / Cinematographer: Frederic Fasano
Montaggio / Editor: Massimiliano Paolacci

RegiaTekla Taidelli ProduttoreTranky Film GeneriCortometraggio Durata 12' Anno 2012 Nazione Italia Formato HD Tag Abel Ferrara / My Big-Assed Mother / Tekla Taidelli