My Big-Assed Mother Un film di Tekla Taidelli

Se qualcuno è tagliato per interpretare lo scrittore Charles Bukowski, quello è il regista Abel Ferrara, che per la prima volta come attore sul grande schermo, lo fa con grande estro.

Abel nel ruolo di Bukowski, racconta con fervore le sue inconfondibili storie a un bar gremito in un intenso tagliente a volte toccante, reading poetry. I presenti pendono dalle sue labbra. Alla fine, Abel (non Charles), perché lui è il grande Abel Ferrara, chiude il libro e gli applausi lo sorprendono.

Note di regia

Abel Ferrara è Bukowski perché per tutta la vita lo è stato: un artista controverso, un genio ribelle e incompreso, un folle. Dietro le sbronze, le scopate e la vita dissoluta dei personaggi di Bukowski e di Abel si nascondono l’aspra critica alla modernità, la ricerca della prospettiva umana e la semplicità di chi sa riconoscersi polvere e bestemmie. Abel vive nelle parole di Bukowski e ne capisce appieno il personaggio, le sfumature, le inquietudini, la rabbia, i fallimenti, il cinismo, la sconvoltura, la genialità, per farle rivivere sullo schermo. Quindi Abel è Bukowski ma allo stesso tempo è sempre e solo Abel.

Festival

Other Festivals Attendance Official Selection 2012 Filmmaker Fest Official Selection 2012 International Film Festival Rotterdam Official Selection 2012

Cast

Charles Bukowski Abel Ferrara
Tito Doris Susan Gramovot
Baby Ilene Kristen
Cop #1 Theodore Bouloukos
Cop #2 Mosaad Hassan Mohamed

Fotografia / Cinematographer Frederic Fasano

Montaggio / Editor Massimiliano Paolacci

RegiaTekla Taidelli ProduttoreTranky Film GeneriCortometraggio Durata 12' Anno 2012 Nazione Italia Formato HD Tag Abel Ferrara / My Big-Assed Mother / Tekla Taidelli