Un orizzonte più grande Un film di Grazia Licari

Una donna, a causa di circostanze fortuite, ritrova in un bivacco cittadino di sbandati, la figlia allontanatasi anni prima. La madre, Ivana, fa tutto ciò che è nelle sue possibilità per reinserire la figlia Mimì nel contesto sociale che più le è vicino: quello di una persona colta di medio reddito, in una grande città. Mimì sembra accettare docilmente questo cambio di regime e, per un certo tempo, vi aderisce nell’aspetto, nell’atteggiamento generale e nell’accettare di lavorare. Ma la mitezza di Mimì cela solo la curiosità di sperimentare fino a dove la porterà questo “salvataggio" materno; una volta che ha giudicato finito l’esperimento, la ragazza tornerà nell’ambiente randagio cui sente di appartenere, totalmente separato da quello della madre, seppure nella stessa città, fisicamente prossimo. Ciascuna nel suo recinto, o nel proprio appartamento, sembra sapere che questa separazione ha ormai carattere definitivo.

RegiaGrazia Licari GeneriCortometraggio Nazione Italia Tag Licari Grazia