Amleto Un film di Tekla Taidelli

L’Amleto recitato dagli homeless. Come Shakespeare mette in scena, senza mezzi termini, il rapporto di una mente umana con la vita e il suo problema, così i senza tetto di Milano recitano con frasi di Amleto il loro mettersi continuamente in discussione.

Ciascuno dei protagonisti di questa “messinscena” corale fa sue le parole di Shakespeare per tradurle nel proprio vissuto. La tragedia di Amleto diviene così il tramite col quale affrontare fantasmi, rimossi, paure, l’asprezza di un quotidiano instabile di cui ciascuno cerca una possibile narrazione.

Il corto, realizzato dalla Scuola di street cinema di Tekla Taidelli, dove si affrontano temi attuali sempre con testi di Shakespeare, è il pilota di un progetto di scuola itinerante che vedrà Franco, un homeless, viaggiare in treno per le maggiori città d’Italia e reclutare tutti gli homeless-Amleti che incontrerà nelle stazioni, a realizzare così il documentario finale: Destinazione paradiso.

NOTE DI REGIA:
“Essere o non essere – questa è la domanda.
Se è più nobile per la mente sopportare le sassate e le frecciate dell’oltraggiosa fortuna o prendere le armi contro un mare di guai e combattendo finirli.
Morire dormire nient’altro.
E con un sonno dire che poniamo fine al male del cuore e ai mille travagli di cui la carne è erede”.

Festival

18 ISCHIA FILM FESTIVAL Selezione Ufficiale 2020 4 REALE FILM FESTIVAL Miglior documentario 2020

Cast

VERI HOMELESS CHE INTERPRETANO LORO STESSI: Franco, Omar, Bin, Pit, Il Cugino di Gigi D’Alessio
Soggetto e sceneggiatura: Tekla Taidelli
Montaggio:Tekla Taidelli, Ragazzi della Scuola di Street Cinema
Fotografia: Tekla Taidelli
Produttore: Tranky Film

RegiaTekla Taidelli ProduttoreTranky Film GeneriCortometraggio, Documentario, sociale Durata 6'33'' Anno 2019 Nazione Italia Formato HD Tag Amleto / Street cinema / Tekla Taidelli
amleto_locandina