Irene Dionisio

Irene-Dionisio

Nata a Torino nel 1986, regista, sceneggiatrice ed artista visiva.
Nel 2007 ha ottenuto il Diploma Triennale alla Scuola Teatrale Sergio Tofano di Torino. E’ laureata in Filosofia con 110 e lode e ha un M1 in Cinema/Filosofia all'UPJV (Fr).
Si è inoltre formata con il collettivo a.titolo (progetti Situa.to e Alcotra-Fr), con il documentarista Daniele Segre (Master Fare Cinema, Bobbio) e con la regista Alina Marazzi (Master IED, Milano).

E' stata per tre anni direttrice artistica dello storico festival LGBTQI - Lovers sotto il cappello del Museo del Cinema di Torino.
La sua produzione include video-installazioni e documentari, fra cui Sponde (2015) e La fabbrica è piena (2011) che hanno partecipato a numerosi festival internazionali (Torino Film Festival, Visions du Réel, Taiwan Film Festival, ecc) e ricevuto numerosi premi ( Premio del Pubblico-Festival dei Popoli, Premio Cariddi - Taormina Film Festival, Premio Filmmaker, il Premio Solinas come Miglior Sceneggiatura Documentario, il Premio Scam (Fr) e il Premio della Giuria al Cine Verité in Iran).
Come documentarista ha curato soggetto, sceneggiatura ed un episodio documentaristico Così lontano del film di Andrea Fenoglio e Matteo Tortone Su Campi avversi dal progetto La terra che connette presentato in anteprima e in concorso italiano al Festival dei Popoli.
Le sue videoinstallazioni da artista sono state esposte tra i vari spazi espositivi al Pac di Milano, Palazzo Grassi di Venezia, al Museo Berardo di Lisbona, al MamBo di Bologna, al Centre d'Art Contemporain di Ginevra, per il Piemonte Pavillon e il Congresso degli Artisti Liberi di Alba curato da Carolyn Kristov-Bakargiev e in altre gallerie internazionali.
La sua opera prima Le ultime cose (tempesta film) è stato presentato Settimana della Critica di Venezia e distribuito dall'Istituto Luce Cinecittà nell'autunno 2016. Il film ha partecipato a numerosi festival internazionali tra cui Gotemborg Film Festival, Moscow International Film Festival, Open Roads a New York, Soluthurn Film Festival, Houston Film Festival, Durban Film Festival, Bucarest Film Festival. E' stato nominato ai David di Donatello, al Globo d’Oro e ha vinto - tra gli altri premi - un Nastro D'argento Speciale alla sceneggiatura nel 2017.
Come docente ha curato corsi per differenti enti il Teatro Stabile-To, la Scuola Civica - Mi, Scienze della Comunicazione - Unito, NYU Academy, Head – Ginevra, IAAD, il Dicastero di Lugano, Aiace Torino e Arci Torino.
Ha curato come regista ed autrice le campagna pubblicitarie web di Tim con Scuola Holden (2014) e quella di Krizia con produzione esecutiva Kino Produzioni (con gli autori Carlo Sironi e Adriano Valerio). Nel 2020 ha curato la regia di “Camera Chiara” uno dei episodi filmici del progetto sperimentale del Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale a cura di Valerio Binasco.
Il suo ultimo progetto filmico La voce di Arturo è stato selezionato con altri 9 progetti internazionali alla Berlinale Talents Script 2019 (per soli autori) tra 3400 candidature provenienti da 130 paesi. Ha vinto inoltre un grant per Nipkow - Programm/Media Brandeburgo e un grant ArtOmy-NY.
Nel 2020 è stata premiata al Teatro Argentina dal regista Mario Martone con il Premio Giuseppe Bertolucci - Miglior Regista Europea Under 35.

FILMOGRAFIA / LINK

Il mio unico crimine è vedere chiaro nella notte (videoinstallation, Italy/Switzerland/2018)
prod. Associazione Museo del Cinema, Wildstrawberries, Dugong Film, CAGC - sostenuto da Film Commission Torino Piemonte
GALLERIES/MUSEUM/PRIZES: Palazzo Grassi-Venice; Museum of Cinema- Turin; PAV-Turin; Galleria Adiacenze in collaboration with Cineteca of Bologna; BIM-Centre d’Art Contemporain Genève; Premio Fondazione Fabbri - Prize.
Le ultime cose (feature length, Italy/Switzerland/France, 2016)prod. Tempesta, Amka, Alm sostenuto da Film Commission Torino Piemonte
FESTIVALS: Venice Film Festival – International Film Critics Week; Goteborg Film Festival; Moscow International Film Festival; Open Roads Film Festival - NY; Soluthurn Film Festival; Houston Film Festival; Bucarest Film Festival; Festival Italien de Villerupt; Cinema Made in Italy London. PRIZES: Silver Ribbon for Best Screenplay; Globo d’Oro Award for Best Debut Film; Best Director – Asti Film Festival; Ceau Award for Best Debut Film – Bucarest Film Festival; Jury Prize – Festival Italien de Villerupt.
Sponde. Nel sicuro sole del Nord (documentary, Italy/France, 2015)prod. a.titolo, Mammut Film, Vycky Film, sostenuto da Film Commission Torino Piemonte
FESTIVALS: Gottingen Ethnographic Film Festival; Cinema Verite Tehran; Festival dei Popoli; Sguardi Altrove; Taormina Film Festival; Salina Doc Festival. PRIZES: Solinas Prize; My Movies Award – Festival dei Popoli; Cariddi Prize – Taormina Film Festival.
La fabbrica è piena. Tragicommedia in otto atti (documentary, Italy, 2012)prod. Baby Doc Films, a.titolo, sostenuto da Film Commission Torino Piemonte
FESTIVALS: Visions du Reel Nyon; Taiwan International Documentary Festival; Arcipelago Film Festival, LongLake Film Festival; Cinemigrante; Labour Film Festival; Terra di Cinema Film Festival; Docucity; Festival du Cinema Italien Paris. PRIZES: Glocal Award – Glocal Doc Torino; Filmmaker Award Cgil Spi; Collino Award – Piemonte Movie.

Nazionalità: Italia

Film

Il mio unico crimine è vedere chiaro nella notte Le storie che saremo Le ultime cose Sponde. Nel sicuro sole del Nord La fabbrica è piena (Tragicommedia in otto atti)