STATUTO dell’Associazione Culturale STREEEN-LAB 

Articolo 1 

E’ costituita l’Associazione culturale denominata STREEEN-LAB con sede in Torino, via Albugnano 19, con la possibilità di istituire sedi operative e dipendenze in altri luoghi a seconda delle necessità. 

Articolo 2 

L’Associazione non ha scopo di lucro e si propone di promuovere e gestire attività culturali, ricreative, formative a favore degli associati. Lo scopo dell’Associazione è quello di sviluppare e diffondere la cultura in senso generale, e quella cinematografica in particolare, mediante la sperimentazione, la ricerca, e la diffusione di nuove forme di comunicazione. 

Per il raggiungimento di tale scopo sociale l’Associazione intende promuovere le seguenti attività: 

a) produrre, organizzare e promuovere spettacoli, manifestazioni, mostre, festival, rassegne, concorsi, seminari e convegni con l’intento di far conoscere, valorizzare e promuovere tutto ciò che afferisce ai settori del cinema, della cultura e dell’arte; 

b) svolgere attività editoriale a stampa e su altri supporti; 

c) incentivare e promuovere l’elaborazione, la sperimentazione e la creazione di forme pittoriche, grafiche, fotografiche, video e cinematografiche volte a sviluppare contenuti culturali, artistici e informativi; 

d) organizzare e promuovere attività di formazione, seminari, stage, corsi di aggiornamento teorico/pratici sia ad uso interno per i soci dell’associazione che per soggetti terzi, privati o istituzionali; 

e) organizzare e promuovere partnership e/o collaborazioni con Enti Pubblici e Privati, associazioni, imprese, ed aziende sia nazionali che internazionali che operano nei settori culturale, artistico e affini. 

Articolo 3 

La durata dell’Associazione è illimitata. 

Articolo 4 

Possono far parte dell’associazione tutti coloro che condividono gli scopi associativi, lo spirito e gli ideali e che abbiano raggiunto la maggiore età comunicando formale richiesta, anche tramite strumenti informatici. 

Articolo 5 

I soci si dividono nelle seguenti categorie: 

– Soci Fondatori: sono quanti hanno partecipato alla costituzione dell’Associazione, nonché coloro ai quali tale qualifica venga espressamente conferita in ragione di particolari meriti dal Consiglio Direttivo, a maggioranza dei componenti; ad essi spettano le prerogative fissate nel presente Statuto; 

– Soci Ordinari: coloro che avendone fatto domanda sono stati accettati dal Consiglio Direttivo. 

– Soci Sostenitori: sono i privati che contribuiscono finanziariamente al funzionamento dell’Associazione, mediante la messa a disposizione di beni e/o un contributi finanziari, nella misura concordata con il Consiglio Direttivo. 

5.1 Recesso 

I soci possono recedere in qualsiasi momento mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata all’Associazione. Il recesso produrrà effetti dal trentesimo giorno successivo alla data di ricevimento della lettera di recesso, fermo restando l’obbligo per il recedente di adempiere a obbligazioni ed oneri assunti anteriormente nei confronti dell’Associazione o di terzi. 

5.2 Esclusione

L’esclusione del socio dall’Associazione deve essere deliberata dal Consiglio Direttivo con maggioranza qualificata dei due terzi per grave e reiterata inosservanza delle disposizioni del presente Statuto. 

Articolo 6 

Gli Organi dell’Associazione sono: 

– l’Assemblea dei soci; 

– il Consiglio Direttivo; 

– il Presidente. 

ASSEMBLEA 

Composizione: L’Assemblea si compone di tutti gli Associati. 

Luogo e tempo della convocazione. Le assemblee sono tenute di regola presso la sede sociale, salva diversa determinazione del Consiglio Direttivo che può fissare un luogo diverso. 

L’Assemblea deve essere convocata dal Presidente dell’Associazione almeno una volta all’anno, per l’approvazione della situazione patrimoniale. Può inoltre essere convocata ogni qualvolta ne ravvisi l’opportunità il Consiglio Direttivo. 

Deve inoltre essere convocata, nel termine di un mese dalla comunicazione della richiesta, quando lo richiedano almeno due terzi dei soci Fondatori o due quinti dei soci Ordinari, sempre che siano specificati gli argomenti da trattare e questi rientrino nelle competenze dell’Associazione. 

Modalità di convocazione: L’Assemblea è convocata dal Presidente dell’Associazione mediante avviso, anche per via elettronica, da spedirsi al domicilio degli Associati almeno quindici giorni prima di quello fissato per l’adunanza. L’avviso dovrà contenere l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo della riunione, nonché l’elenco degli argomenti da trattare. 

Rappresentanza in assemblea: Ogni Associato ha diritto di intervenire all’Assemblea e può farsi rappresentare anche con delega scritta non autenticata. 

Presidenza dell’Assemblea e verbalizzazioni: La Presidenza dell’Assemblea compete al Presidente dell’Associazione o, in caso di sua assenza, al Segretario. Le deliberazioni dell’Assemblea devono risultare dal verbale redatto dal Segretario e controfirmato dal Presidente. 

Validità delle riunioni e delle delibere. L’Assemblea è validamente costituita con la presenza della maggioranza degli Associati in prima convocazione e quale che sia il numero dei presenti in seconda convocazione e delibera a maggioranza dei presenti, salvo quanto diversamente stabilito in questo Statuto.

Torino 31 gennaio 2020

Formazioni delle delibere. Ciascun Associato ha diritto ad un voto. Le deliberazioni sono prese in modo palese, per alzata di mano. 

Attribuzioni dell’Assemblea. 

L’Assemblea: 

a) elegge i membri del Consiglio Direttivo; 

b) delibera sull’approvazione della relazione del Consiglio Direttivo sull’attività svolta dall’Associazione e sul rendiconto finale; 

c) delibera sullo scioglimento anticipato dell’Associazione e sulle procedure di liquidazione; 

d) delibera su tutti gli altri oggetti che a norma di legge e di Statuto sono riservati alla sua competenza o che siano sottoposti al suo esame dal Consiglio Direttivo. 

CONSIGLIO DIRETTIVO 

Composizione, nomina e durata. Il Consiglio Direttivo è composto di un numero variabile di membri da tre a cinque, eletti dall’Assemblea. 

Il Consiglio Direttivo dura in carica fino a revoca. 

I membri del Consiglio Direttivo sono rieleggibili senza limiti. 

Attribuzioni del Consiglio Direttivo. 

Il Consiglio Direttivo: 

a) esprime nel proprio seno un Presidente che viene eletto a maggioranza semplice dai soci Fondatori; 

b) esegue le deliberazioni dell’Assemblea; 

c) provvede all’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, adottando tutte le deliberazioni che riterrà opportune e provvedendo su ogni materia che non rientri nella competenza dell’Assemblea; 

d) delibera sull’ammissione di nuovi associati; 

e) determina l’ammontare dei contributi annuali in denaro o servizi e competenze, da porre a carico degli associati; 

f) predispone gli atti e le deliberazioni da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea; 

g) predispone un rendiconto finale da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea; 

h) svolge tutte le ulteriori incombenze allo stesso attribuite dalla legge e da questo Statuto. 

IL PRESIDENTE E IL SEGRETARIO DELL’ASSOCIAZIONE 

Il Presidente dell’Associazione ne è il legale rappresentante nei confronti dei terzi ed in giudizio. 

Egli provvede: 

a) a convocare e presiedere l’Assemblea degli associati, fissandone l’ordine del giorno; 

b) a convocare e presiedere il Consiglio Direttivo, fissandone l’ordine del giorno; 

c) a svolgere tutte le incombenze a lui attribuite dalla legge, da questo Statuto o dal Consiglio Direttivo. 

Sostituzione del Presidente: In assenza od impedimento del Presidente, le sue funzioni sono svolte dal Segretario. 

LIBRI ASSOCIATIVI 

Oltre i libri e le scritture contabili previsti dalla normativa fiscale, in quanto applicabile, l’Associazione deve tenere: 

a) Libro degli Associati; 

b) Libro dei Verbali dell’Assemblea; 

c) Libro dei Verbali del Consiglio Direttivo. 

Articolo 7 

Scioglimento e liquidazione. L’Associazione si scioglie a seguito di decisione dell’assemblea straordinaria appositamente convocata, con maggioranza qualificata di due terzi dei presenti. 

Liquidazione. Addivenendosi per qualsiasi ragione allo scioglimento dell’Associazione, il patrimonio residuo, pagati tutti i debiti, verrà devoluto ad altra associazione avente finalità analoga, in conformità a quanto deliberato dall’assemblea. 

Articolo 8 

L’anno associativo va dal 1° gennaio al 31 dicembre di ogni anno e coincide con l’anno solare. 

Articolo 9 

L’Associazione è disciplinata dalle disposizioni del Codice Civile, dalle norme di legge in materia, oltre che dalle disposizioni del presente atto.