Ogni legame Un film di Titta Cosetta Raccagni

Un racconto di sesso, amore e cura attraverso un'immagine che solitamente viene ricondotta alla violenza e alla sottomissione.

LE DONNE COME VITTIME: NON E’ COSI’ CHE SI FERMA LA VIOLENZA

“…il problema non è solo parlarne, ma come se ne parla. E se ne parla male, virando il discorso prettamente su due versanti pericolosi, pericolosissimi: vittimismo e moralismo. E’ come se si volesse curare la violenza maschile con alcuni degli ingredienti fondamentali che la generano.

Le donne vengono uccise all’interno delle relazioni famigliari e amorose. Eppure la famiglia, per come è, non viene mai messa in discussione e il rapporto uomo donna non viene mai sfiorato come nucleo centrale del problema. Il “femminicidio” parla di “femmine” e non di “donne” e punta l’attenzione non su chi uccide, ma sulla parte lesa che assurge al ruolo di vittima.

 

“Era il 2014, io facevo parte del gruppo “Le ragazze del porno”, e ci era stato commissionato un lavoro sulla violenza di genere.

Mi presi io la responsabilità di realizzare un corto che partisse dall’idea delle donne come soggetti forti, autodeterminati, liberi e desideranti.”

Titta Cosetta Raccagni

 

pornopoetica.org

ticora.it

 

Cast

interpreti:
Barbara Stimoli
Enea Barbetta

soggetto: Titta Cosetta Raccagni

fotografia: Gabriele Cipolla

montaggio: Titta Cosetta Raccagni

suono: INFRASON

RegiaTitta Cosetta Raccagni Produttore, , GeneriCortometraggio, videoarte Durata 3'10" Anno 2014 Nazione Italia Formato HD Tag 9176
Rassegna

LOTTOmarzoSEMPRE

Ogni legame